Non sempre ci capita il colpo di fulmine per cui vediamo un abito, incappiamo in una foto, e ci innamoriamo di un brand o di un atelier. A volte ci fermiamo sospirando davanti alle vetrine per anni, ammiriamo i tagli e i tessuti, sogniamo di indossare quegli abiti e solo un giorno prendiamo coraggio ed entriamo.



True Story! Non è uno scherzo ma è ciò che ci è capitato con Il Sogno Atelier di Torino. Questo è il primo articolo di SoCloset dedicato alla sposa e non può che essere su Maura Brandino ed Enrico Pettinà. Ci hanno accolte sorridenti e ci hanno dato un assaggio della collezione 2018 mostrandoci i bellissimi modelli della Capsule Collection 2018 Fragile.



Maura Brandino è una donna visionaria, che unisce linee semplici a materiali naturali pregiati e non sempre convenzionali. Fonda l’Atelier nel 1998 e ben presto, accanto alle linee sposa di stilisti sempre sceltissimi, inizia a disegnare i suoi modelli, coerenti per leggerezza, raffinatezza e ricercatezza dei materiali. Ad oggi l’unica stilista sposa che ha l’onore di coesistere ne Il Sogno è Leila Hafzi, brand norvegese che, nella produzione, rispetta e sostiene l’ambiente e i diritti umani.



Accanto alle spose di Maura dallo stile bucolico bohemien, troviamo gli sposi de Il Sogno. Gli abiti realizzati da Enrico Pettinà sono di manifattura squisita e seguaci della tradizione sartoriale italiana (nata proprio a Torino! n.d.r.).



La nuova Capsule collection Fragile prende il nome dagli inserti floreali in porcellana a freddo, realizzati con straordinaria precisione e incorporati ad arte sugli abiti. La sposa appare come una ninfa eterea. Edere e fiori cingono delicatamente la vita o adornano spalle e decolleté in una fusione perfetta con i concetti di semplicità e di purezza.


Volevo saperne di più sulla collezione? Seguite la pagina facebook!



Tags: