Giulia Zanon
staff

Uno dei punti di vista più innovativi del panorama della moda. Walter Dang, spirito cosmopolita che immagina e crea una donna libera da imposizioni artificiali, che si esprime con stile e naturalezza.
Professionista dallo spirito elegante, i suoi lavori sono frutto di un melting pot dato dalle sue origini franco-ispano-vietnamite, e dalle numerose esperienze negli atelier d’Haute Couture di Parigi, tra cui quella come collaboratore personale del maestro Pierre Cardin (ndr: primo sarto dell'atelier Christian Dior nel 1947, ideatore degli abiti "bulles" e diffusore della moda unisex, primo ad aprire una boutique di alta moda in Giappone), e le collaborazioni presso gli uffici di stile di Maison come Thierry Mugler, de Castelbajac e Alaïa.
Nel 2003 Walter Dang fonda la sua Maison de Couture a Torino, scelta interessante e intelligente, prima capitale della moda italiana, si rivela essere il luogo perfetto per il suo taglio elegante taglio internazionale senza ostentazione. Come i grandi maestri del passato (modemoiselle Chanel ad esempio), Walter Dang realizza ogni abito unicamente all'interno del suo atelier che si trova C.so Vittorio Emanuele II 52/A.
Persona molto disponibile, oggi ci svela qualcosa di più di sè attraverso le sue risposte alle nostre quattro domande. Grazie!!



Walter Dang è uno stilista completo, con una visione completa, talmente completa da riuscire a realizzare abiti con tecniche peculiari e addirittura con materiali non convenzionali (nel 2015, presso il Castello di Pralormo, realizza sotto gli occhi di tutti splendidi abiti utilizzando il cibo, ndr.), ma da dove nasce l'ispirazione, e soprattutto cosa si porta dietro del suo passato?


Da sempre sono un grandissimo appassionato di arte, alcune delle opere dei miei artisti preferiti sono confluite nelle mie creazioni. La musica innanzitutto. La musica m’ispira molto, mi ci sono avvicinato grazie a mia mamma che era una grande amante dell’opera.


Nella mia vita poi ho la fortuna di avere tra i miei amici tanti artisti, collezionisti d’arte, grandi architetti come il compianto Antti Lovag che mi ha insegnato l’importanza dell’equilibrio, e anche scrittori, attori, cantanti... l’ambiente aiuta, le persone aiutano. Le persone sono molto importanti, sono la fonte delle nostre esperienze di vita. E la memoria stessa diventa la nostra naturale fonte d’ispirazione, momenti e discussione passati in buona compagnia, soprattutto dalle donne.



Si dice di Walter Dang che sia una persona gentile e disponibile, ma come si definisce Walter Dang stesso? L'uomo dietro allo stilista.


Come dicevo prima sono sedotto dalle donne. Lavorare con le donne, per le donne, mi ha fatto apprendere lo charme naturale, l'attitudine, il gusto di alcune delle più affascinanti persone che ho avuto il piacere di incontrare. Amare gli altri e quello che fai è la chiave di tutto. Amo semplicemente quello che mi circonda. Il male è una banale perdita di tempo capace solo di toglierti momenti preziosi di felicità.



Parliamo di Stile: I sempre e i mai di Walter Dang, cosa non può mai mancare nel guardaroba di una donna e cosa andrebbe assolutamente evitato?


L’armadio di una donna è il suo specchio e per me è affascinante poterci entrare. L’unico capo d’abbigliamento da evitare è quello che la donna non si sente proprio di indossare, per suo carattere, per sua conformazione. È importate capire che lo stilista non giudica, lo stilista è un creatore di moda che deve realizzare gli abiti giusti per te che li indosserai.


Se invece mi chiedi qual è il vestito che ritendo più rappresentativo per una donna, che mi piacerebbe vedergli sempre addosso allora ti rispondo il tubino nero, “la petite robe noire” per dirla alla francese: semplice ma elegante, assolutamente versatile e capace di esprimere grande sensualità.



 Il futuro, quali saranno le prossime collaborazioni, quali le prossime idee, ci può svelare qualcosa?


In futuro collaborerò sempre con artisti e creativi di ogni disciplina. Ho in cantiere diversi progetti ma te ne parlerò quando sarà il momento giusto. Ora puoi vedere AUX ARBRES CITOYENS, una mostra realizzata in esclusiva per la XVIII edizione di Messer Tulipano al Castello di Pralormo. Un progetto a cui tengo molto nel quale affronto la problematica della contaminazione della terra: un argomento oggi sempre più attuale che ho deciso di raccontare attraverso 5 abiti ispirati ad alberi leggendari dipinti da 5 tra artisti e designer.


Se vuoi scoprire di più ti invito ad approfondire sul mio sito: http://www.walterdang.com/blog/mostra-al-castello-pralormo-messer-tulipano-lincontro-moda-arte/


(Foto grazie alla cortesia di Walter Dang, in copertina e nell'articolo alcuni look della collezione PE 2017 Tu me fais tourner la tête, lo stilista in una foto di Enrico Frignani)


Tags: